Come fare la cera per baffi

 In Dress Code

Ogni Tweed Rider dovrebbe avere cura dei propri “peli facciali” che ne abbia o no. Per chi – come me –  ha piacere nel coltivarli ecco una semplice ricetta per farsi in casa la cera per i nostri amati baffi!
Anche se la cera per baffi è usata meno di frequente oggi giorno che nel suo periodo d’oro, può tuttavia aiutare il Tweed Rider ad avere uno look elegante e/o stiloso che può tornargli utile in determinate situazioni.

La nostra cera per baffi fatta in casa può essere preparata in meno di un’ora, anche se avrà bisogno di tempo per indurire e coagulare prima che possa essere utilizzata correttamente. Si conserva per circa sei mesi se riposta in un luogo fresco e buio tra un applicazione e l’altra.

Di cosa abbiamo bisogno:

  • 100 g. di cera d’api
  • 50 cc. di olio di ricino
  • 10 gocce di olio essenziale di quello che preferite voi
  • due pentolini 1 grande 1 piccolo
  • un contenitore di qualche tipo per la vostra cera

Grattugiate o tritate la cera d’api a piccoli pezzi sottili e disponetela nella piccola casseruola all’interno di quella più grande (a bagnomaria).
Il rapporto tra la cera e l’olio deve essere di 1:2, quindi mettete una parte di olio di ricino e due parti di cera d’api. Senza impazzire mischiate tutto così com’è se avete preso le stesse dosi indicate sopra!

Versare poca quantità di acqua nel fondo della casseruola più grande e andate di fuoco medio. Mescolate la cera e l’olio insieme con un cucchiaio di legno o bacchetta di vetro fino a quando la cera si scioglie e non avrete ottenuto un composto liscio ed uniformemente miscelato. Aggiungere l’olio essenziale che preferite e mescolare di nuovo il tutto.
Togliete la casseruola dal fuoco e spostate la cera fusa di un contenitore pulito, una scodella o un vaso con un coperchio. Tenete il recipiente/vaso in un luogo appartato, togliete il coperchio e lasciate raffreddare il contenuto.

Finalmente, la nostra cera è pronta per essere applicata sui nostri baffi tweed. Assicuratevi di coprire sempre la vostra cera inutilizzata e di conservarla a temperatura ambiente. E soprattutto di testare una piccolo quantità di cera su una ristretta porzione della vostra pelle, per evitare eventuali allergie! Vi vogliamo bene!

Recommended Posts
Showing 7 comments
  • giuseppe

    Salve a tutti, ho realizzato la cera per baffi come da post del 17.2.2011, solo con quantità dimezzata.
    Ho visto che è praticamente inutilizzabile in quanto a temperatura ambiente è troppo dura e non si ammorbidisce neanche dirigendo il getto del phon all’imboccatura del barattolino.
    Devo fare la prova rimettendo il barattolino a bagnomaria prima dell’utilizzo.
    Non sarebbe, forse, il caso di aggiungere altro olio di ricino per renderla un pò più morbida?
    Cordiali saluti.

    • Iron Tweed

      Quella è una ricetta base, in effetti anche io ho aggiunto più olio per renderla più malneabile! Però c’è anche da dire che questo tipo di cera handmade è quella di una volta alla Poirot per intenderci e lui aveva uno scalda-cera per i baffi quindi tanto morbida forse non deve essere!! 🙂

  • Nongio

    Ma la vostra cera dove la posso comprare?

    • Iron Tweed

      La nostra cera non si compra (per ora) però puoi provare a vincerla partecipando al contest per il Miglior Baffo ad un nostro Tweed Ride! Il primo in programma è quello di Pescara! Se sei nei paraggi fammi sapere! 🙂

  • Puccini

    Sono un emigrante Italiano in Francia (Picardia)

    Mi piacerbbe ricevere un ‘échantillon’ della votra cera per baffi, se possibile…
    Grazie

    Roberto Puccini

    • Iron Tweed

      Signor Roberto, la cera per baffi non è in vendita però con la facile ricetta che trova nell’articolo può provare a farla da solo! Ci faccia sapere come viene! Io personalmente la aromatizzo al whisky con un cucchiaino da tea nell’impasto prima che si raffreddi del tutto!

pingbacks / trackbacks

Start typing and press Enter to search