Per una estetica tweed

 In Dress Code

Nell’estate del 2009 quando l’idea di portare il concetto di tweed run in Italia ha iniziato a prendere forma dentro di me, la prima domanda che mi sono posto è stata “e adesso i vestiti dove li troveremo?
Un problema non trascurabile perché mi rendevo conto che Pescara non è esattamente Londra e non si trovano tanti vestiti del genere nemmeno nei – seppur pochi ma presenti – negozietti di vintage che ci sono.

Mi sono arrovellato non poco sul dilemma senza sapere che avevo già la soluzione a portata di mano! Vengo da studi umanisti e da esperienze artistiche, così come la maggior parte dei miei amici; ci piace raccontare storie, esprimerci al meglio del nostro essere. E allora? Ecco la soluzione, “invece di fare una mera copia del più blasonato evento londinese, contaminiamolo di contenuti altri: italiani perdincibacco! e allora andremo a ritrovare i vestiti dei nostri nonni; le gonne con le criolina della bisnonna; ce li faremo da soli nel caso non li riuscissimo a trovare!” Un dress code tutto nostro.

Il Tweed Ride Italia – che all’epoca era ancora e solo Tweed Ride Pescara – iniziava a prendere forma ed identità propria. Quando mi aspettavo solo i miei 15 amici fidati alla prima uscita ne sono arrivati altri 25 per un totale di 40! Indovinate un po’?

Erano tutti vestiti a tema! Certo non eravamo impeccabili ma lo spirito tweed era stato colto in pieno e questo mi ha e ci ha riempiti di gioia.

Un tweed ride è l’occasione per ognuno di noi di mettersi in gioco; di scoprire un lato di noi stessi che magari pensavamo di non avere; un gusto per il retrò che non si intuiva; ritrovare il piacere di una rasatura al pennello lenta e profonda; passare un pomeriggio a provare acconciature vintage con le amiche, magari sorseggiando un tea al bergamotto; una sfida complessa e semplicissima allo stesso tempo.

Il Tweed Ride mi ha fatto capire che la bellezza non risiede in un capo firmato; che l’eleganza è uno stato interiore dell’anima; che la gentilezza non va ostentata ma messa in pratica con umiltà e generosità.

Che abbiate un completo Harris Tweed, un vecchio vestito del nonno o una gonna a quadri della nonna; un vestito fatto su misura o comprato al mercatino sappiate che è la persona che c’è dentro che conta per noi. Sarete tweed rider perfetti a prescindere, perché ai nostri occhi non è – come si potrebbe pensare erroneamente – l’abito che fa il monaco!

[singlepic id=54 w=320 h=240 float=center] Foto dei primi Tweed Ride a Pescara

zp8497586rq
Recommended Posts
Comments
  • alfredo

    Grazie dai Bicibus Romani!!!

Start typing and press Enter to search

Brillantina Linetti